Il medico Bruno e i dottori di Chiusa Pesio

Il medico appassionato di botanica e i suoi colleghi, alla fine del Settecento

Cipripedium_SL

Nella seconda metà del Settecento il medico Bruno risiede a Chiusa di Pesio. La sua è una famiglia di dottori: già il padre Giovanni Battista professa nel capoluogo della Valle Pesio e lui, oltre a dedicarsi alle cure dei pazienti, è un appassionato di botanica che conosce e collabora con il converso certosino Fra Ugo Maria Cumino, il quale lo cita con tono confidenziale nelle sue lettere sin dal 28 Luglio 1788

N_006 Annuario botanico Medico Bruno 1800 _Manola Plafoni
Annuario botanico. Medico Bruno – Anno 1800

“Il Sig. Medico Bruno è mai più comparso per far mia qualche conferenza nello Studio Botanico. Mi son però trattenuto qualche poco in due giorni cogli Sig.ri Medico e Speziale di Limone, uomini di capacità in questa Scienza”.

vista aerea Certosa
vista aerea Certosa di Pesio

Maurizio Antonio Bruno – di cui non sono note né la data di nascita o di morte – è solito recarsi sulle montagne con lo speziale Cumino per ricercare piante e fiori da erborizzare; il 19 agosto 1788, ad esempio, assieme trovano nella zona dei Laghi Biacai l’Azalea Procumbens e l’Astragalus Austriacus.

7306671340_51f5e06437_b
Laghi “Biacai” (Biecai) m 1967

Ma il rapporto di collaborazione e fiducia tra i due uomini di scienza emerge soprattutto dalle lettere datate: 21 febbraio e 9 maggio 1796, in cui il Cumino, spiegando al corrispondente torinese Bellardi i caratteri e i sintomi dell’epidemia corrente nella valle, parla della povera gente che la abita e che non può permettersi le cure di un medico. A Chiusa di Pesio vi sono, infatti, in quegli anni ben tre dottori. Oltre al suddetto vi è il medico: “M. Gondolo della Chiusa con cui non ho alcuna famigliarità” (scrive il Cumino).

loiseleura_3
Azalea Procumbens

E svolge la professione medica anche tale: Damilano – ne parla sempre il frate certosino, in data: 26 luglio 1791, riferendosi ad un salasso che questi ordina per l’allora Padre Priore della Certosa, assalito da “vomiti portati da indigestione che gli durarono per intervalli quattro ore continue, con lordaggine […]” –.
Il medico Damilano è citato anche in una delibera dell’ospedale-ricovero di Chiusa: Deliberazioni 1786-1811, 12 gennaio 1790 (“Il medico Damilano esercita da anni con espressa caritatevole rinuncia alle spese per esso prestate a beneficio dei poveri.”)

Man Bruno 008
annuario del medico Bruno (1800)

Durante il periodo epidemico: “i rimedj, secondo il metodo del S.r M.o Bruno sono in primo luogo l’Emetico d’Ipecaquanna, che spesso, e quasi sempre, fa espellir vermi per secesso. Nel progresso della malattia si usano gli anthelmintici e arriseptici (e diaforetici se vi è l’esantema). Dopo alcuni giorni di purga l’ammalato con un diluito di Cassia, Tamarindi, Seme Santo e Senna con Sciroppo di fior di Persico e tutto fa espellir vermi, e sembra per allora il malato sollevato, ma lo spossamento non si recupera e molti soccombono tanto giovani che vecchj, ed il male è di natura Epidemico, ed attacca per lo più la povera gente, e nella casa in cui s’inoltra, passa per tutti, ed in alcuni fa strage.” (N. 21887 – Carteggio Cumino/Bellardi).

II Cert capitel (18)
Particolare di un capitello del chiostro sup. della Certosa di Pesio, lato ovest

Sul finire del XVIII secolo sappiamo, poi, che nella vicina Boves lavora un altro amico del Cumino: il dottor Giusiana, mentre a Roccaforte Mondovì un ulteriore medico Bruno.

Resta ancora da annotare una piccola curiosità, di tradizione orale, scoperta quasi per caso e non confermata. Alcune persone di Chiusa di Pesio, ancor oggi, quando con tono scherzoso dicono: “fatti curare dal medico Bruno” intendono:

“lascia stare e aspetta che il tuo mal guarisca da solo”

Non è escluso, dunque, che a distanza di due secoli si sia tramandata la diceria legata ad un dottore che era solito curar non con farmaci ma con piante ed erbe.

 

Manola Plafoni

(Articolo anche comparso sul Periodico di informazione storico-culturale  Chiusa Antica N.28 / Dicembre 2015)

 

Annunci